HEP ALIEN CLUB | SAFFIR GARLAND: LA CALMA DEI MALVAGI

Saffir Garland (ghirlanda di zaffiro) esce il 19 gennaio con il nuovo album “la calma dei malvagi”. Frontman del progetto è Gilberto Ongaro, cantautore e tastierista, il cui concept è utilizzare la musica come strumento per far riflettere ma anche per divertire.

I testi si prendono gioco di abitudini e luoghi comuni, o qualunque cosa possa suscitare la curiosità del pubblico, alternando musiche allegre a temi drammatici.

29 ottobre 2016 BalconyTv

La calma dei malvagi

Dopo l’Ep “L’ira dei buoni” del 2016, Saffir Garland fa uscire il 19 gennaio 2018 l’ipotetica risposta lunga: “La calma dei malvagi”, album di lunga gestazione e ricchissimo di contenuti forti, nonostante la scorrevolezza della musica. I generi si fondono in uno stile personale di Gilberto Ongaro, cantautore satirico che delinea il suo umorismo surreale in un prog pop. I malvagi sono calmi poiché si sentono al sicuro, questo mondo è loro. Attraverso il linguaggio musicale e un gusto per allitterazioni ed altri giochi con le parole, Saffir Garland vuole sensibilizzare gli ascoltatori circa determinati argomenti mai trattati a fondo con la dovuta attenzione; la speranza utopistica è che forse, rendendo più persone consapevoli di certe ingiustizie, magari questi malvagi inizino a stare un po’ meno calmi…

01) Ti mando in Congo: canzone pop che, partendo da un’allegra rumba africana, denuncia lo sfruttamento nelle miniere di coltan nella Repubblica Democratica del Congo.

02) Flaconi: funk demenziale sull’obsolescenza programmata, ovvero sugli oggetti costruiti apposta per rompersi, di solito appena scaduta la garanzia. Con focus compiaciuto sui contenitori che ci circondano.

03) Baghdad: reggae che si trasforma in hard rock, che racconta del primo bombardamento in Iraq da parte degli Stati Uniti il 20 marzo 2003. La prima stesura della canzone risale al 2004.

04) Metopa: pop enigmatico in realtà esplicito. La paura del terrorismo ci porta a vivere rassegnati in attesa del nostro destino; uno sguardo più distaccato però ci permette di guardare da lontano quello che sta accadendo, avvistando una mitopoiesi che si rivela pilotata. L’arte viene in aiuto a comprendere.

05) Sofia: melodia sanremese, cantata da Barbara, dove si parla, in maniera emozionale e non scientifica, della cosiddetta “apertura celestiale”, teorizzata dalla dott.ssa Patricia Kuhl, secondo la quale i neonati, nel primo anno di vita, hanno il cervello capace di apprendere informazioni ad una velocità che poi non raggiungeranno mai, una volta cresciuti e divenuti coscienti. La canzone collega questa innata capacità al desiderio adulto, tipico in ambito esoterico, di raggiungere sophia, la sapienza, la consapevolezza.

06) Marcella: rock drammatico sul turismo sessuale infantile, altro argomento tabù. La canzone è del 2006, coincide con la tesina di maturità di Gilberto, che verteva proprio su tale tema. “Marcella” è una ragazza dipinta in un quadro del 1910 di E.L. Kirchner, esponente dell’espressionismo tedesco, dalla quale Gilberto si è ispirato. La canzone è interpretata da Barbara Bordin.

07) Oro blu: strumentale per piano, viola e flauto traverso, scritto pensando all’acqua, e a quanto essa sarà la causa delle guerre del futuro.

08) Ghirlanda: fiaba narrata su una ballata folk. Ci sono due villaggi contrapposti, che si odiano da tempo immemore, e non ricordano più il perché. Una coppia di giovani curiosi e ingenui abita in uno dei due villaggi, e decide di sconfinare. Dall’altra parte un uomo armato è già pronto a spaventarli. Come si uscirà da questa situazione? La canzone è intrisa di simbologie e metafore implicite.

09) Endimioni: l’Apoteosi finale del Balletto della Bella Addormentata di Tchaikovsky, qui si trasforma dapprima in un lento per piano e voce di Barbara, e poi in un heavy glam metal virtuosistico. Endimione è una figura della mitologia greca, costretto a dormire per trent’anni, con gli occhi aperti secondo una versione. Questa è la condizione attuale dell’uomo occidentale, per Gilberto. Dormiamo con gli occhi aperti, finché, come disegnato nella copertina (da Zaffira), il letto cadrà in un cratere.

Gilberto si è avvalso di numerosi ospiti per realizzare gli arrangiamenti dei suoi brani. Come per i lavori precedenti, è qui che si esplica il senso del nome “Saffir Garland”. Ghirlanda di zaffiro, ovvero un unico collante di vari elementi preziosi da ambienti musicali eterogenei. Spicca la partecipazione della cantante Barbara Bordin, che fa parte del Summertime Choir e che canta qui tre delle nove canzoni in prima voce, comparendo anche in altre due.

Gilberto Ongaro: autore, voce e tastiere

Barbara Bordin: voce e cori

OSPITI

Matteo Acerbi (La Risposta Indiretta): batteria

Maurizio Maranto: batteria

Leonardo Negrello: basso elettrico e chitarra acustica

Omar Castello (Battisti Project): chitarra elettrica e acustica 12 corde

Matteo Brigo: chitarra elettrica

Antonio Ferrari: mandolino

Greta Monalbo: viola

Sophie Liebregts: arpa celtica

Stefano Sadè: flauto traverso

Giovanni La Terza (Marmaja): fisarmonica

Valerio Vettori: cornamusa irlandese

Bruno Sponchia (Industria Onirica): voce

Maurizio Zannato (Marmaja): voce

Advertisements

HABLAMOS DE… FARMAVITA

Farmavita è un’azienda italiana situata a Locate Varesino (milano) che si occupa di prodotti professionali per i capelli.

Per quanto riguarda i colori la linea più interessante è senza dubbio la B LIFE, una gamma di colorazione (25 nuances) completamente privi di ammoniaca ma ricca di emollienti ed olio d’Argan per proteggere il capello anche durante la colorazione.

farmavita colore senza ammoniaca

 

  • La copertura dei capelli bianchi è del 100%, inoltre e abbastanza resistente ai vari lavaggi post tinta. Profumazione gradevole. –

 

Per i vari trattamenti Farmavita ha ideato la linea AMETHISTE, shampi maschere e fiale adatti ad ogni tipologia di capello:

linea amethiste

STIMULATE è la linea per capelli deboli a rischio caduta ed è composta da shampoo e fiale che promettono di rinvigorire i capelli ridonandogli corpo, volume e densità. Grazie anche al Planoxil ed alla cheratina di cui sono composte le fiale.

amethiste hair loss tratement

 

  • Lo shampoo non mi è piaciuto, troppo gelatinoso, mi è stato difficile applicarlo per il lavaggio. E comunque non ho notato nessun miglioramento durante i due mesi di utilizzo con le fiale. Quest’ultime non mi dispiacciono anche per via del praticissimo beccuccio che ne facilita l’applicazione. –

 

PURIFY è la linea pensata per i capelli grassi composta da peeling e shampoo antiforfora.

Il peeling è composto da agenti purificanti e microsfere che creano un vero e proprio effetto scrub sul cuoio capelluto ripulendolo da sebo e forfora.

mask-purify

 

  • La profumazione è gradevolissima e dona bellissima sensazione pulito su tutto il cuoio capelluto. –

Lo shampoo è rinfrescante, adatto sia alla forfora grassa sia alla forfora secca, aiuta a ridurne la formazioe mantenendo il capello rinfrescato.

shampoo-purify

  • ottima profumazione, anch’esso dona una sensazione di cuoio capelluto pulito e rinfrescato, l’effetto è abbastanza prolungato nel tempo. –

 

Per quanto riguarda le ricostruzioni Farmavita ha ideato la linea OMNIPLEX.

OMNIPLEX 1 bond maker è una ricostruzione da aggiungere ad un qualsiasi trattamento chimico, soprattutto colore e decolorazione. Aiuta a rafforzare i legami molecolari, protegge il capello dalla rottura e lo protegge dall’invasività dei trattamenti senza influirne gli effetti;

BondMaker

OMNIPLEX 2 bond reinforcer va applicato al termine del servizio chimico e dopo lo shampoo. Stabilizza i legami molecolari già rafforzati dal numero 1, nutre il capello in profondità, richiude le cuticole ed aiuta a prolungare il colore;

bond-reinforcer

MIRACLE AT HOME è una crema che riattiva il processo ricostituente del trattamento OMNIPLEX.

MiracleAtHome

 

  • Un ottimo trattamento step by step, semplice da applicarein ogni passaggio e dagli effetti evidenti già alla prima applicazione. –

 

 

HEP ALIEN CLUB | FERNANDO ALBA: FOGLIE GIALLE

Fernando Alba: “Foglie gialle” è il nuovo video-single dal secondo album in uscita a marzo 2018.

Dopo l’assaggio Spotify di metà novembre con “La canzone della buonanotte”, il raffinato e graffiante cantautore/compositore siciliano presenta il primo video-single dal nuovo album “Nello stesso acido”, atteso per marzo. Un brano pop rock che funge da fotografia autunnale, una riflessione, che grazie alle atmosfere e ai colori della suggestiva stagione, riporta alla mente e al cuore alcuni fotogrammi di un tempo passato, rievocandone le stesse emozioni.

Genere: pop / rock

Label: Maqueta Records

Release Date: 04.12.2017

https://youtu.be/N1YI9yIG68A

Il 4 dicembre esce ufficialmente il secondo singolo di Fernando Alba dal titolo Foglie Gialle, la canzone originale che ha dato vita alla versione inglese Golden Leaves e a quella spagnola Hojas Amarillas, cantate rispettivamente da Noemi Smorra & Lena Katina delle t.A.T.u. e da Stephania Sanquiz, entrate nelle classifiche di molti paesi, ottenendo diversi riconoscimenti internazionali.

È il primo videoclip da Nello Stesso Acido, nuovo progetto discografico (atteso per marzo) del cantautore e compositore di colonne sonore siciliano, cresciuto artisticamente a Roma.

In stile urban dal sapore cinematografico, il video è stato girato a Roma in un pomeriggio di pioggia, quando le luci si accendono ed illuminano l’autunno attorno i due protagonisti: Fernando Alba e l’attrice Elisabetta Rocchetti. Il loro incontro avviene ad un semaforo, nell’attesa di attraversare un incrocio: i due si rifugiano sotto lo stesso ombrello che li accompagnerà in una passeggiata notturna nella Roma che vive e che sogna, bagnata dalla pioggia autunnale che rende tutto più magico.

Fanpage https://www.facebook.com/fernandoalbafanpage/

Foglie gialle è una fotografia autunnale, una riflessione, che grazie alle atmosfere e ai colori della suggestiva stagione, riporta alla mente e al cuore alcuni fotogrammi di un tempo passato rievocandone le stesse emozioni. In una cornice cittadina, fra la pioggia lenta, le foglie a terra, le luci delle vetrine e dei semafori, Foglie gialle racconta il ricordo che diventa vivo nei nostri pensieri, dando la sensazione di potersi rivolgere alla persona protagonista del ricordo, come se la si avesse accanto in quel momento. Una confessione dello stato d’animo con cui si vive, non si riesce più a trovare un senso alle giornate ed esse passano senza trarne piacere e godimento. Una canzone in cui è facile immedesimarsi, raccontata e cantata in italiano, vestita da un rock leggero come le foglie.

Credits

Regia e Montaggio: Fernando Alba

Fotografia: Gabriele Fratini

con: Elisabetta Rocchetti

Instagram https://www.instagram.com/fernando_alba/

Il nuovo album a marzo 2018

Nello stesso acido coinvolge oltre 100 musicisti in un progetto interamente suonato e confezionato senza l’ausilio di strumenti virtuali e campionatori. Un album folle come il precedente, ma più rock, più acido, con arrangiamenti curati, orchestrazioni molto virtuose ed una ricercata di forma metrica e melodica interessante che lo inquadra in un mondo cantautore indie rock. In questo nuovo album c’è una poetica più essenziale, che lo distingue profondamente dal resto dei cantautori del panorama. Il rock di Fernando Alba è suonato con un linguaggio attuale, moderno nella forma, innovativo nelle strutture e negli argomenti trattati. Fernando è un cantautore che racconta se stesso e la sua amata Italia in modo graffiante, elegante, distinguendosi con una poetica moderna e diretta, alternando le forme classiche testuali e melodiche ad un linguaggio ricco di novità pop, rock e indie.

Biografia

Fernando Alba, compositore e cantautore siciliano classe 1978 cresciuto artisticamente a Roma, lavora da anni nel mondo della discografia e cinematografia, ricoprendo diversi ruoli sia tecnici che artistici. Ha debuttato con l’album La chitarra nuova nel 2014 e ne ha fatto il primo videomusic film girato in Italia, realizzato in pellicola 16mm, con gli attori Francesca Valtorta e Giovanni Scifoni. Dall’album sono stati estratti altri 4 singoli correlati di videoclip e rilasciati negli anni successivi: La Bicicletta, Narciso, Favola, Sei felice. Dopo uno stop artistico nel 2016 per problemi di salute, in quest’ultimo anno torna sulla scena con un’intensa attività nell’ambito della scrittura di colonne sonore firmando anche l’ultimo film di Massimo Cappelli dal titolo Prima di Lunedì e nella produzione artistica e discografica.

In questo fine 2017 vengono rilasciati, solo per Spotify, il primo singolo dal titolo La canzone della buonanotte e successivamente Foglie gialle, la versione italiana della sua famosa Golden Leaves, brano cantato da Noemi Smorra e Lena Katina delle t.A.T.u. che ha fatto il giro del mondo e nei primi posti nella classifica russa per più di sei mesi. Il brano Foglie gialle è corredato da un videoclip, girato in una Roma autunnale in un pomeriggio di pioggia. La protagonista è l’attrice Elisabetta Rocchetti, personaggio di primo ordine del cinema italiano, protagonista in diversi film di grande successo.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

STASERA FILM | NOVEMBRE

JUSTICE LEAGUE

Confesso di non essere una grande fan di film di supereroi, sono rimasta a Spiderman 1 ed Il cavaliere oscuro, ma complice l’orario dello spettacolo e la presenza di Momoa/Khal Drogo di GOT ho deciso di dare una chance a questo nuovo film. La trama è quella della creazione di una lega per difendere il pianeta dalla distruzione imminente; tra i membri Batman, Wonder Woman, Cyborg, Flash ed Acquaman. Classico film di supereroi, ma mi è piaciuto a livello d’azione e nei piccoli tratti comici.

 

CORIOLANUS

Ignoravo completamente l’esistenza di questo film che riprende la commedia di Shakespeare e la trasporta nella Bulgaria dei giorni nostri. L’ascesa al potere di Marzio e la sua eterna lotta con l’acerrimo nemico Aufidio. Immensi Butler e Fiennes. Molto bello, anche se un po’ confusionario, ho apprezzato soprattutto il voler conservare i dialoghi “originali” dello scrittore.

SERIETVPEDIA | LE SERIE DEL MESE

In questo mese, complice il poco tempo libero, mi sono dedicata poco alle serie tv; ma ho comunque messo qualcosa nella lista:

 

GAME OF THRONES

E’ la serie tv che più mi ha sorpreso. Appena uscita la prima stagione non mi aveva convinto ed ascoltando le opinioni degli altri non ero assolutamente intenzionata a cominciarla. Invece in vacanza mi ci sono buttata a capofitto e ne sono diventata una vera e propria fan! Penso che la conoscano anche le pietre ma comunque è una serie ispirata alla saga di libri di GRR Martin “Il trono di spade” dove varie casate si contendono l’eredità ed il potere di un regno (e non solo).  E’ una serie un po’ cruenta per certi versi, ma la trama e gli intrecci tra i vari personaggi dei 7 regni crea una vera e propria dipendenza. Approvatissima.

 

SUBURRA LA SERIE

Serie tv ispirata al “lato oscuro” di Roma, già descritta nel libro di Giancarlo De Cataldo e nel film di Stefano Sollima (regista di Gomorra la serie). Aspettavo con ansia il debutto perché il film uscito due anni fa al cinema, benché bellissimo, mi aveva un po’ contrariato per la diversità rispetto al libro ho riposto quindi in questo nuovo tentativo grandi aspettative e debbo dire che non sono state affatto disattese. Un cast d’eccezione che non fa rimpiangere nessuna versione già esistente, come non citare Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) e Gabriele (Edoardo Valdarnini), ciliegina sulla torta una sorprendente Claudia Gerini, Filippo Nigro, Barbara Chichiarelli e Francesco Aquaroli.

 

SOTTO COPERTURA 1 E 2

Fiction della rai per ricordare le vittime di Mafia e innestare nei giovani (ammesso che le abbiano viste) la voglia di rivalsa e di denunciare. Le trame sono le catture di Iovine e Zagaria con l’aggiunta di intrecci sentimentali che non possono mai mancare. Una piacevole scoperta, anche se l’ho trovata a tratti un po’ banalotta, ma molto ben fatta.  Un’altra conferma per Claudio Gioè , un debutto (dopo Gomorra) di Antonio Folletto.

 

CIRCOLO LETTERARIO “TRENZA BLANCA” | PAULLINA SIMONS: IL CAVALIERE D’INVERNO

Il libro del mese per il Circolo Letterario è firmato da Paullina Simons ed è il primo di una trilogia dal titolo IL CAVALIERE D’INVERNO, al quale poi seguono TATIANA & ALEXANDER ed IL GIARDINO D’ESTATE.  Purtroppo non sono ancora riuscita a finirlo tutto nonostante il mese sia bello che trascorso e nonostante il fatto che il libro mi sta piacendo davvero un sacco e si lascia leggere tutto d’un fiato, ma conto di rimediare quanto prima. E’ struggente vivere il racconto della guerra mista all’amore struggente di Alexander, Dasha, Tania e Dimitri…

Lo sfondo è quello della Leningrado del 1941, attraversata dalla Seconda Guerra Mondiale, al centro la storia tra le sorelle Tatiana e Dasha ed il loro amore per il giovane soldato dell’Armata Rossa Alexander accompagnato dal amico Dimitri.

il cavalieredinverno

 

SERIE A – 01-02-03-04 – DICEMBRE

serie a logo
  • VENERDì 1 DICEMBRE

 

18.30  Roma – Spal                                                 1

20.45 Napoli – Juventus                                        goal

 

 

 

  • SABATO 2 DICEMBRE

 

20.45 Torino – Atalanta                                      2

 

 

 

  • DOMENICA 3 DICEMBRE

 

12.30 Benevento – Milan                                2

15.00 Bologna – Cagliari                                 goal

             Fiorentina – Sassuolo                         1X

             Inter – Chievo                                         1

            Sampdoria – Lazio                                goal

 

 

 

  • LUNEDì 4 DICEMBRE

 

19.00 Crotone – Udinese                                    X2

21.00 Verona – Genoa                                         2

 

FORMAZIONE:

 

PORTIERE Sorrentino

DIFENSORIRodriguez

                           Kolarov

                           D’Ambrosio

                           Izzo

CENTROCAMPISTI – Perisic

                                          Suso

                                          Birsa

                                          Candreva

ATTACCANTIBelotti

                                Papu Gomez