HEP ALIEN CLUB: DIANIME – LA PARTE PEGGIORE

 

Nuovo video-singolo per la band abruzzese per quattro quinti al femminile che si sta facendo sempre più spazio nella scena musicale indipendente. Un brano scuro che mescola rock, pop ed elettronica e anticipa il nuovo album previsto nel 2018.

Genere: pop rock / elettronica

Label: Autoproduzione

Release Date: 16.10.2017

VIDEO UFFICIALE

https://youtu.be/ksqdvRnPH1g

Il 16 ottobre esce La Parte Peggiore, il nuovo singolo dei Dianime, band per quattro quinti al femminile che si sta facendo spazio nella scena musicale emergente. Il brano, che mescola rock, pop ed elettronica, è accompagnato da un videoclip musicale diretto dal regista Josh Heisenberg e anticipa l’uscita del disco prevista per il 2018.

La Parte Peggiore è una fuga da tutto ciò che viene imposto dall’ambiente circostante, la zona d’ombra che rifiuta le convenzioni, che rinnega tutto ciò che è prescritto e ordinato, abbracciando l’autenticità dell’essere. È dissociarsi da schemi prestabiliti, tappe da raggiungere e ruoli da recitare per prendere coscienza di se stessi.

La Parte Peggiore è la più rumorosa di tutti noi, quella che ci rende soli, ma invincibili. Nessuna paura, nessuna resa: solo ciò che siamo.

Line Up

Beatrice Chiara Funari (voce)

Stefania Ferrante (chitarra)

Cristina Talanca (basso)

Fiorenza Panaccio (tastiere e synth)

Filippo Mancini (batteria)

DICONO DI LORO:

– Menzionati nell’articolo “Le cantanti donne della musica indie italiana” Tutti giù parterre, 13/09/2017. (Link: bit.ly/cantanti_donne_indie)

– “Energia allo Stato Puro. Contemplazione Elettro-Rock unica nel suo genere, entusiasmante nella musica, nei testi e nel messaggio. Una nuova onda contemporanea che di sicuro arriverà lontano.”

Dopolavoro Musicale, Agosto 2017. (Link: bit.ly/DIANIME_DopolavoroMusicale)

– “Queste cinque forze della natura quando salgono sul palco sono un’anima sola” Ass. PRIMOMAGGIO Macerata, 30/04/2017 (Link: bit.ly/PRIMOMAGGIOMacerata)

– “Violami” è una canzone pungente, che penetra nell’animo dell’ascoltatore come un dolcissimo veleno. La loro musica e la loro energia conquisteranno i cuori di persone provenienti da tutta Italia.UltimaVoce.it, 17/05/2016 (Link: bit.ly/Ultima-Voce)
– “Il melting pot di molteplici influenze dei componenti ha creato un sound unico, che ha portato i DIANIME in festival di spessore come il Maremoto Festival, Mazzumaja e la vittoria di ben 3 contest locali. Da tenere d’occhio.”
Abruzzo Live Music, 07/12/2016 (Link: bit.ly/Dianime_AbruzzoLiveMusic)

– “Nonostante i DIANIME rappresentino un gruppo piuttosto giovane, nato da poco, nella loro evoluzione stanno diventando inarrestabili interpreti in numerose manifestazioni musicali. Il gruppo, infatti, in breve tempo è riuscito a raggiungere una serie di traguardi, grazie anche all’esperienza live maturata sui palchi in giro per l’Italia.

Sicuramente nel panorama musicale italiano sentiremo parlare di questa band che continua evolversi, miscelando l’originalità dei testi con un sound rock raffinato ma allo stesso tempo incisivo.” IlMartino.it, 04/12/2015 (Link: bit.ly/Dianime_IlMartino)

– “L’Ep intitolato “Rivoluzione dell’anima” è un album ricco, pieno e succoso di sonorità che racchiudono vari generi sempre su base rock, i testi una sorta di viaggio interiore, scavato e sentito.”The Ship Magazine, 2015 (Link: bit.ly/the_ship_magazine)

Biografia
I DIANIME nascono nel 2014 da un’idea della chitarrista Stefania Ferrante. La band un EP all’attivo dal titolo “Rivoluzione dell’anima“, pubblicato nel 2015. Le sonorità delle sei tracce del disco spaziano dal rock all’elettronica, complici le molteplici influenze musicali dei componenti.

Dopo aver mosso i primi passi nel circuito musicale abruzzese, il gruppo colleziona la vittoria di 3 contest musicali locali (On The Rock Contest 2014, Pinetnie Moderne Music Contest 2014 e Summer Voice 2015), la partecipazione allo storico evento Rockascalegna 2014 e una serie di date tra Abruzzo, Lazio, Puglia e Marche (storico live: http://dianime.tumblr.com/live).

Hanno diviso il palco con artisti di calibro nazionale (Diaframma, Umberto Maria Giardini, Ex-Otago, Giuliano Palma, Margherita Vicario, Blastema, Sick Tamburo, Bugo, La Menade, Management del dolore post-operatorio) e internazionale (Alcest, Clan of Xymox).

Nel corso del 2016 sono stati inseriti in manifestazioni di spessore, come il Maremoto Festival, nella stessa edizione di Lacuna Coil e Sud Sound System; il festival “Mazzumaja”, i cui protagonisti sono stati nomi di spicco del panorama musicale indipendente (Il Teatro degli Orrori, Giorgio Canali), “L’arte non è acqua” con i Marlene Kuntz e la Notte dei desideri di Ascoli Piceno, che ha registrato oltre ventimila presenze.

Nel 2017 sono stati selezionati per le finali regionali del prestigioso festival
Arezzo Wave. Attualmente sono a lavoro sul nuovo disco la cui pubblicazione è prevista per il 2018.

Contatti

dianime.laband@gmail.com

Press Media Office
antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

Advertisements

HEP ALIEN CLUB: ANDREA BRUNINI – L’ISOLA DEI GIOCATTOLI DIFETTOSI

Andrea Brunini – L’isola dei giocattoli difettosi

Non solo folk rock: “L’isola dei giocattoli difettosi”, secondo album del giovane cantautore toscano, è infatti un viaggio, una storia, un amore, una notte, raccontata con diversi stili musicali.

Genere: cantautorato, folk rock

Label: Autoproduzione

Distribuzione: CDBaby

Release Date: 09/10/2017

QUI il disco in streaming

QUI il disco in download

QUI il video-single

QUI il singolo in download

Esce L’isola dei giocattoli difettosi, il nuovo disco del cantautore Andrea Brunini. Disponibile su iTunes e tutti i principali store digitali, il lavoro segue Vietato calpestare i sogni, pubblicato nel dicembre 2015.

Stavolta non c’è un filone musicale ben definito e il cantautore, dando come sempre la massima importanza alle parole, attraversa molti stili portando l’attenzione alla storia che lega il tutto quasi fosse un telefilm a puntate.

Nel disco il folksinger toscano inserisce volutamente alcuni richiami a libri o pellicole, come per esempio Alice nel Paese delle meraviglie nel brano Follia, oppure The perks of being a wallflower nella titletrack L’isola dei giocattoli difettosi.

Streaming https://soundcloud.com/andreabruninicantautore/sets/lisola-dei-giocattoli-difettosi-andrea-brunini/

Le canzoni di questo album sono state scritte tra luglio e agosto 2016, prevalentemente in viaggio o in quel posto speciale dove mi ritrovo a spendere le notti scrivendo. La particolare varietà di musiche che ho voluto inserire rispecchia molto i miei stili che, non essendo ben definiti, mi permettono di focalizzare l’attenzione sulle parole, le emozioni e questa storia, vero filo conduttore di tutti i brani”.

Il disco è accompagnato dall’uscita del nuovo video-single Fuori posto, da venerdì 13 ottobre in rotazione radiofonica e disponibile in tutti i digital store:Una canzone già dal nome particolare.” – afferma il cantautore – “Abbiamo deciso di girare il video, realizzato nel teatro comunale di Borgo a Mozzano, assieme ad una schiera di attori, artisti e amici con cui abbiamo voluto rappresentare una cena di gala dove tutti i commensali sorseggiano vino e ascoltano la band suonare. Durante la cena però un evento scatenerà il caos e il tutto prenderà una piega strana e divertente.”

Fuori posto – https://youtu.be/99P76LrfT8A

Tracklist

1. Fuori Posto

2. Un caffè?

3. Giulia

4. Follia

5. Gettami via

6. Cercami sarò li

7. L’isola dei giocattoli difettosi

8. Ribelle

9. Mi canterai una canzone

10. Notte

GreenEnergyTour (in costante aggiornamento)

12.07.17 @ Festival Borgo a Mozzano (LU)

29.07.17 @ Street Music Festival, Vigo di Fassa (TN)

14.08.17 @ Apertura a Kee Marcello (Europe), Avasinis (UD)

15.08.17 @ Apertura a Kee Marcello (Europe), Valden (Austria)

18.08.17 @ Apertura Thegiornalisti – Parco Gondar, Gallipoli (LE)

01.09.17 @ Teatro Verzura Estivo, Borgo a Mozzano (LU)

07.09.17 @ Apertura Tour italiano Jiro Okabe, Pitagora Music Event, Verona

13.10.17 @ Satomato Live, Pistoia

14.10.17 @ Splatter bar, Castenuovo (VR)

22.10.17 Coop FI, Montecatini (PT)

5.11.17 @ Coop FI, Prato

20.12.17 @ Piroka pub, Toscolano Maderno (BS)

Bio Borgo a Mozzano (LU), classe 1989, Andrea Brunini è un geometra, cantautore e neo-laureando in ingegneria. Si ispira molto allo stile classico del folk rock, ma troverete in lui molte influenze musicali dal funky, pop passando per il rap. Ha iniziato il suo percorso da cantautore quando aveva 13 anni e da lì non ha mai smesso di scrivere. Per lui una canzone può essere paragonata a un’opera d’arte, immortale nel tempo: è estro, sentimento, emozioni. Per lui la musica è vita. È per questo che le sue canzoni spaziano tra realtà e fantasia, tra storia e attualità, tra passato e futuro.

Nel 2015 decide di realizzare il suo primo album “Vietato calpestare i sogni” con l’etichetta discografica Madamadoré di Montecatini Terme.

Il 2016 lo vede protagonista di un tour nei locali e piazze d’Europa presentando una versione unplugged dell’album “Vietato calpestare i sogni” (https://youtu.be/XbR1BrnOYQA)

Nel febbraio 2017 partecipa al concorso “Sanremo new talent” trovando un posto tra i finalisti. Partecipa inoltre al concerto “Aspettando il primo maggio” organizzato dal comune di Capannori il 30 aprile dello stesso anno.

Il 20 giugno esce con il video del singolo “Giulia”, brano di anticipazione del nuovo album “L’isola dei giocattoli difettosi”, mentre ad agosto viene scelto come gruppo spalla di Kee Marcello, celebre chitarrista della band svedese Europe nell’ambito del tour europeo passato da Italia e Austria (https://youtu.be/qDFFEOWI1bE)

Il 18 Agosto 2017 con la sua band “Giocattoli difettosi” apre il concerto ai Thegiornalisti al Parco Gondar di Gallipoli (LE) (https://youtu.be/gCG9TeYA1rs). Il 7 settembre, a Verona, è la volta di una nuova, prestigiosa apertura, quella a Jiro Okabe.

Contatti

www.andreabrunini.com

https://www.facebook.com/andrea.bruniniOfficialpage/

Press Media Office

antipop.project@gmail.com

https://www.facebook.com/BlobAgency/

Frank Lavorino 339 6038451

HEP ALIEN CLUB: FOUR TRAMPS – INDIFFERENTE

“Non annegare nel buio dell’esistenza globale”

Genere: rock/blues/indie/punk

Label: TRB rec

https://www.youtube.com/watch?v=rmvQLZu3Dlo

Il primo singolo dei Four Tramps estratto dal nuovo album PURA VIDA è un grido di rabbia e dolore verso la società moderna, sempre più volta all’individualismo e sempre meno aperta alla comunità, dove la ricerca del successo e dell’affermazione mettono in secondo piano i valori e spesso anche l’umanità e dove sempre più persone sentono un profondo senso di alienazione e smarrimento.

Il sound del brano è molto deciso, gli accenni blues dati dalle slide guitars sfociano in un brano dalla forte caratterizzazione indie/punk. Il cantato è diretto, forte, e si rivolge a tutti quelli che sentono che nel mondo qualcosa stia andando in un modo completamente sbagliato.

Per il videoclip la band si è affidata alla sapiente mano di Daniele Arcuri (danielearcuri.com), illustratore, pittore e videomaker molto attivo nella realtà reggiana, che ha saputo ricreare le atmosfere del brano con personaggi fortemente caratterizzati inseriti in quelli che potrebbero essere episodi di tutti i giorni, ma che in realtà non sono altro che l’evidenza di una graduale perdita di umanità.

PURA VIDA https://open.spotify.com/album/6dazseiW3CJjp8ThzmlDbB

Past Shows

2017

16.9 – Wartstall Festival – Guastalla (RE)

16.7 – Positive River Festival – Campovolo (RE)

9.7 – Weller Festival For Equality 2017 – Rubiera (RE)

1.7 – Rollin & Tumblin Beer and Blues Fest – c/o i Vizi Del Pellicano – Correggio (RE)

25.6 – Festa Democratica – San Martino in Rio (RE)

13.5 – Piazza Martiri – Reggio Emilia (Live for Emergency)

28.4 – Pura Vida Social Club (Teatro dei Tamburi) – San Bernardino di Novellara (RE)

7.4 – Hiroshima Mon Amour (TO) w/ Modena City Ramblers

1.4 – PURA VIDA RELEASE PARTY! – Harris Pub – Scandiano (RE)

23.3 – Riff Club – Prato (PO)

4.3- L’Ostrica Ubriaca – Scandiano (RE)

15.2 – Bastian Contrario – Parma

8.2 – Blu J – Reggio Emilia (RE)

28.1 – Marasma 51 – Codisotto di Luzzara (RE)

14.1 – Nuova Officina della Birra – San Polo d’Enza (RE)

Biografia

Il progetto Four Tramps nasce nel 2011 a Reggio Emilia, avendo nel proprio bagaglio diverse anime che attingono dal classic rock americano, dall’esplosivo rock inglese anni ‘60-’70, e dall’onda d’urto “self-made” sfacciata del punk. La band si pone interrogativi sul mondo e l’attualità con la solida anima blues malinconica e sognante e al contempo irriverente. La formazione ha connotati classici a due chitarre, basso e batteria, con l’aggiunta talvolta di un’armonica.

Nel 2014 esce il loro primo album “Tramps & Thieves”. Dopo numerosi concerti in Italia e alcune esperienze all’estero, la band torna nel 2017 con un nuovo album, accompagnato da un lungo tour che non accenna a fermarsi, dal titolo “PURA VIDA” per l’etichetta TRB rec.

Contatti

https://fourtramps.com/

https://www.facebook.com/FourTramps

https://www.instagram.com/fourtramps/

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

HEP ALIEN: STATALE 107BIS – “MURI MUTI”

All’esordio discografico in studio, la band calabrese affronta le barriere a ritmo di ska, le scala a tempo di folk, le sovrasta con la forza del rock e le sorpassa con l’hard-swing, rilanciando orgogliosamente l’amore per la diversità e la mescolanza dei generi.

Genere: rock/folk/hard-swing/ska

Label: Autoproduzione

Distribuzione: La Cupula

Spotify http://spoti.fi/2l3xgZ3

Il 2016 è stato l’anno del ritorno dei muri in tutto il mondo e la nostra Unione Europea, che sull’abbattimento delle frontiere ha fondato la propria ragione d’esistere, non fa eccezione. Mentre i proclami la vogliono senza confini né pareti, i muri e le barriere continuano a crescere creando divisioni e stabilendo un dentro e un fuori, alla faccia dell’Unione somigliamo sempre più ad una setta. Negli ultimi 70 anni i muri sono passati da 5 a 65. Muri fisici e reali ma anche barriere mentali e culturali.

Il 2017 è invece l’anno di uscita di “Muri Muti”, il nuovo album della Statale107Bis, che le barriere decide di affrontarle a ritmo di ska, scalarle a tempo di folk, sovrastarle con la forza del rock e sorpassarle con l’hard-swing, rilanciando orgogliosamente l’amore per la diversità e la mescolanza dei generi.

La band calabrese è all’esordio ufficiale dopo un primo disco live del 2009. Pur mantenendo un contatto strettissimo con le sonorità, l’energia e gli scenari della loro amata terra, trovano vita propria e linfa vitale nella continua sperimentazione che contraddistingue le loro produzioni. Caratteristica che impedisce la costrizione delle loro creazioni in angusti recinti di genere.

New single “La Scimmia”

Video https://www.youtube.com/watch?v=CGQ02821088&t=93s

Download https://soundcloud.com/statale107bis/la-scimmia

Finito di ascoltarne il testo, ancora una volta come era stato per il primo singolo “Muri Muti, con “La Scimmia” ci troveremo sul confine, quello labile tra follia e normalità, ma tranquilli: ancora abbiamo 30 secondi buoni di strumentale per scegliere da che parte stare.

In casa Statale107Bis la contaminazione non è una novità, il gruppo ha nel suo genoma l’approccio collettivo e laboratoriale, a testimoniarlo la pagina di retrocopertina del disco: 14 tra musicisti e cantanti hanno partecipato a vario titolo alla realizzazione delle riprese. Il disco si fregia inoltre di una collaborazione internazionale con l’artista, cantante, musicista tunisino Bader Dridi che ha accompagnato l’ensemble nella realizzazione della decima traccia “Questo Deserto“.

Per il gruppo la consapevolezza della necessità della diversità è il migliore antidoto alla chiusura. La Statale107Bis ai nuovi muri di frontiera risponde con l’amore per la diversità, a ritmo di ska, rock, hard-swing, blues, prog, contaminando e mescolando diversi generi con tanta energia positiva e tanta ironia!

Line-up

Alessandro Facente (tromba e voce)

Gustavo Tigano (sax tenore e voce)

Salvatore Locanto (basso e voce)

Giuseppe Tavernese (sax contralto e soprano)

Giuseppe Aiello (chitarra)

Rosario Bonofiglio (percussioni)

Nello Chinnì (batteria)

Tracklist

1. Randagio (bis)

2. Lui Lei e Saturno

3. Bar Betta

4. Muri Muti

5. Fumo

6. La Scimmia

7. Pena d’amor (bis)

8. Sinfonia per cicale

9. Flashback

10. Questo Deserto feat. Bader Dridi

11. Morra

12. Ratto Recidivo

13. Il Tubo rivelatore

Storico concerti

2017

9.9 – Rossano (CS)

20.8 – Premio Manente, Crucoli (KR)

19.8 – Dal Tramonto all’Alba Festival, Rocca Imperiale (CS)

16.8 – Malibù, Cirò Marina (KR)

14.8 – Casabona (KR)

10.8 – Roccabernarda (KR)

6.8 – Villaggio Palumbo (KR)

3.8 – Morrison, Sella Marina (CZ)

2.8 – S. Severina (KR)

1.8 – S. Lorenzo Pub, Belvedere di Spinello (KR)

28.7 – Notte Rosa, Torre Melissa (KR)

9.7 – Steccato di Cutro (KR)

4.6 – Caccuri (KR)

15.4 – Mani festival, Catanzaro

1.4 – MusiCS, Cosenza

5.3 – RTI, Crotone

4.3 – Marilyn, Cirò Marina (KR)

11.2 – Album Release Party, Santa Severina (KR)

26.12 – Marilyn, Cirò Marina (KR)

iTunes http://apple.co/2pB1mmf

Bio

La Statale107Bis è, prima che un progetto culturale e musicale, un percorso, che dal suo inizio ad oggi, grazie a passione e caparbietà, ha attraversato importanti mete e superato gravose asperità. L’autodeterminazione e la coscienza dei singoli, nel loro caso, è riuscita a fare da catalizzatore alle forti emozioni suscitate, nel bene e nel male, dalla loro meravigliosa terra, emozioni che una volta tanto, da mera potenzialità, sono diventate energia creatrice. Per questi motivi si propongono, con il loro spettacolo, non solo di portare la propria musica, ma di innestare nelle strade, nelle piazze e nelle città che li ospitano, quello stesso spirito creatore che doma loro gioia infinita. Nel giro dal 2005 la band ha già una lunga carriera live: tra le varie partecipazioni a festival e contest, sono stati tra le band finaliste regionali dell’Italia Wave e nello stesso anno vincitori del premio miglior testo con il brano inedito “Pena d’Amor” al LennonFestival di Belpasso (CT). Nell’ultimo anno hanno segnato una importante tappa come finalisti del festival “Voci per la Libertà” di Amnesty International, dove oltre al caloroso riscontro del pubblico, la band ha anche vinto il premio Unicusano, riconoscimento consegnato in quella occasione dall’Università Niccolò Cusano di Roma.

Contatti

https://www.facebook.com/statale107bis/

http://statale107bis.it/

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

HEP ALIEN CLUB ° FEDERICO CARRO – STARLIGHT

Dopo l’anticipazione di luglio con l’omonimo singolo in cui raccontava la storia di un fugace e casuale incontro divenuto complice sentimento per mano del destino, l’artista spezzino pubblica il secondo lavoro in studio e prosegue la narrazione delle tante sfaccettature dell’amore con un intrigante mix di suoni electro-pop e funk. Ad accompagnare l’uscita del disco sarà “Looking For Pain”, nuovo video-single in radio diffusione dal 18 settembre.

Genere: electro – pop – funk

Release date: 18.9.2017

Label: Bentley Records

Distribuzione digitale: Bentley Records

Soundcloud https://soundcloud.com/user-580822418/sets/starlight-1

Bandcamp https://federicocarro.bandcamp.com/album/starlight

Si intitola Starlight ed è il secondo album di Federico Carro. Dopo l’anticipazione di luglio con l’omonimo singolo nel quale l’artista spezzino raccontava la storia di un fugace e casuale incontro divenuto complice sentimento per mano del destino, Carro prosegue la narrazione delle varie sfaccettature dell’amore con un intrigante mix di suoni electro-pop e funk. Sette brani su cui si dipanano synths atmosferici, ritmi sensuali e incalzanti per un viaggio attraverso stati d’animo saturi di sentimento e affetto.

Una scaletta intrisa di forti emozioni, studiata nel dettaglio per immergere l’ascoltatore nelle viscere di una storia d’amore che inizia e si svolge con un punto interrogativo: ella tornerà mai?

È ciò che Carro si chiede con la opener e prossimo video-single Looking For Pain, brano nato da una storia forse conclusa oppure no con una ragazza molto speciale, che egli attende nella speranza di rivivere e ricostruire il forte legame passato.

Nella successiva She’s Not My Lover quell’amore ritornerà, ma per cercare di rovinare con la sua invidia e gelosia la nuova coppia che in Starlight si ritrova a ballare con complicità lasciandosi alle spalle le malelingue.

Ecco così che lo scorrere dei brani ci catapulta in un lungo viaggio che termina con Memories, dolci ricordi che affiorano in un percorso tanto impervio quanto magico e senza tempo chiamato amore.

Il videoclip del brano Looking For Pain, nuovo singolo del giovano cantautore spezzino in radio diffusione dal 18 settembre, è stato girato ad inizio agosto 2017 e le riprese si sono svolte, sia gli interni che gli esterni, in territorio lunigianese, più precisamente nella zona del comune di Aulla. La produzione e la regia sono state curate da Alessio Ciancianaini, regista ligure, che si è avvalso della collaborazione di uno staff di professionisti tutto locale.

Il videoclip, cantante a parte, vede come interprete la giovane attrice bolognese Alessandra Nardella. L’idea dietro al video nasce dall’atmosfera stessa della canzone, malinconica e che verte su sensazioni legate all’inquietudine interiore; la metafora visiva poggia su luoghi sia quotidiani, un appartamento ma semi-spoglio e asettico, sia più anomali, come stanze abbandonate, rovinate, grigie e sbiadite, come a richiamare un momento di caos interiore, durante il quale questa ricerca (“looking for pain”) non ha una direzione precisa e si rivela confusionaria. Forse, rimarrà alla fine del video il dubbio, non produttiva.

Looking For Pain https://youtu.be/stZM4CjchXc

Tracklist

1. Looking for pain

2. She’s not my lover

3. Starlight

4. Fahrenheit

5. Rising flame

6. Silent moon

7. Memories

Biografia Nato a la Spezia il 15 Giugno 1991, Federico Carro cresce a Vernazza, circondato dalla natura radiosa di quei luoghi, trascorrendo il suo tempo immerso nel panorama del mare e delle colline, disegnando e dipingendo paesaggi, traendone ispirazione per le sue successive opere. Al liceo il suo lato artistico emerge sempre di più, rivelando il suo interesse per il mondo della scrittura. Di lì a poco scrive infatti la bozza del suo primo libro “Il segreto del verziere”. Verso l’inizio del suo ultimo anno alle superiori, la sua affezionata amica d’infanzia conosciuta alle elementari è vittima di un incidente, un evento che fa cambiare rotta all’artista, spingendolo a dedicarsi principalmente al mondo della musica. Su quell’incidente scriverà una poesia all’amica dedicata, divenuta successivamente una canzone.

Sempre più interessato ad artisti pop quali Michael Jackson, Christina Aguilera, Celine Dion, Mariah Carey, Whitney Houston senza disdegnarne il lato più latin di Ricky Martin, Enrique Iglesias e Shakira, Federico inizia ad esibirsi a Vernazza e dintorni come imitatore di Michael Jackson.

Mentre continua nella stesura del suo romanzo “Il segreto del verziere”, cresce in lui l’interesse di incidere un proprio disco. Termina quindi “Come un lampo” (2015), primo album solista registrato al Nautilus Rec Studio di Carrara da cui viene estratto il singolo omonimo, foriero di rotazioni e interviste su diverse radio italiane e perfino una londinese effettuata interamente in inglese.

Il successivo “Brucerei il fuoco per te” si piazza in 36° posizione nelle classifiche degli artisti italiani indipendenti, 5° nella classifica degli emergenti e 2º per due settimane nella classifica “Absolute Beginners” di Rockol fra gli artisti esordienti più ascoltati in radio su tutta la Penisola. Viene quindi contattato dalla Bentley Records, casa discografica internazionale di New York già collaboratrice di Sony, Universal e Warner, che decide di promuovere il secondo album all’estero.

Un nuovo incontro con una ragazza canadese sfocia in una breve quanto intensa storia d’amore che lo porterà a dedicarle due canzoni, di cui una, “Starlight”, sarà il titolo del secondo album in uscita il 18 settembre.

Contatti

https://www.facebook.com/cantautorefedericocarro

http://federicocarro.com

https://twitter.com/FedericoCarro1

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

HEP ALIEN CLUB : KLAN DESTINY – ROBA COMMERCIALE

Il giovane duo pordenonese si presenta al pubblico con l’EP d’esordio da cui è stato estratto il video-single “Non ti chiamo” (46.000 views in poche settimane), e un obiettivo preciso quanto ardito: fondere rap con elettronica e rappresentare una nuova proposta innovativa nella scena nazionale.

Genere: rap/elettronica

Label: Autoproduzione

Distribuzione digitale: Tunecore

Spotify https://open.spotify.com/album/6l5sejYUAFHmadkZm7pu2k

Soundcloud https://soundcloud.com/klandestinyofficial/sets/roba-commerciale-ep

È uscito Roba Commerciale, EP d’esordio dei Klan Destiny, duo pordenonese nato nel 2016 con lo scopo di fondere rap ed elettronica.

Formato dal rap singer Luther (Gabriele Leandrin, classe 1995) e dal dj/producer e seconda voce Lava Elle (Luca La Valle, classe 1990), il duo, molto attivo sui social dove conduce il format di discreto successo “Perle di saccenza” nel quale si diletta a riflettere in chiave ironica sull’attualità e sempre attraverso la musica, ha rilasciato il lavoro senza l’ausilio di etichette discografiche per mantenere proprie libertà di concetti e personalità artistica.

Roba Commerciale si compone di cinque brani, ciascuno con la sua particolarità: dall’autoironia della title-track al momento di riflessione in Origini, fino al “romanticismo” di Non ti chiamo, singolo di cui il 5 giugno è stato presentato il videoclip ufficiale in grado di collezionare oltre 45.000 views sul canale Facebook in poche settimane.

Arricchito dalla presenza della modella Jenni Corazza e girato da Pietro Rizzato (già in passato collaboratore del duo), il videoclip cerca di far emergere la dicotomia tra il voler a tutti i costi raggiungere uno scopo e la perdita al tempo stesso di ciò che è più caro e delle cose semplici, ormai prive di significato.

Volevamo sottolineare come le persone cambino a causa della carriera o della fama” – afferma la band – “Spesso facendo soffrire chi è loro accanto.”

Musicalmente parlando, Non ti chiamo racchiude i tentativi (riusciti) di fusione di rap ed elettronica precedentemente accennati. “Da un genere che possiamo definire nuovo sul mercato musicale italiano, abbiamo cercato di dar vita ad un prodotto commerciale che potesse arrivare alle orecchie di tutti.”

L’autorevole sito Mondorap.it l’ha già definita “(..) una canzone vera, (..) un’emozione racchiusa nella musica, la quale assume la sua struttura ben definita (..) che si discosta nettamente dalle solite note di pianoforte con tocco malinconico che abitualmente spadroneggiano in questo tipo di brani, risultando invece una base più dinamica e dal tocco leggermente più fresco rispetto alla media.

Osservando il panorama nazionale, da lì sono partiti per fare cose il più possibile diverse da quanto già presente, cercando di distaccarsi dalla scena trap attuale (che nel mondo dell’hip hop italiano va per la maggiore).

Tracklist

1. Non ti chiamo

2. Origini

3. Riflettori

4. Roba commerciale

5. Su Instagram

Biografia

I Klan Destiny sono una band italiana nata a Pordenone nel 2016 con il concetto di fondere il rap con la musica elettronica, quindi giungere ad una nuova proposta innovativa all’interno del mercato musicale italiano. Formato dal rap singer Luther e dal dj/producer e seconda voce Lava Elle, il duo in questo anno di attività musicale si è dedicato molto alla realizzazione di brani inediti da ogni punto di vista, curando non solo la parte vocale e lirica, ma ricercando canzone per canzone il sound giusto che ne rispecchiasse la natura. Da qui il primo EP “Roba commerciale”, contenente 5 brani tra cui il singolo “Non ti chiamo” accompagnato dal videoclip ufficiale il 5 giugno.
Attualmente molto attivi sui social dove portano avanti il format “Perle di saccenza” nel quale espongono riflessioni sull’attualità in chiave ironica e sempre tramite la musica. Il format sta facendo ottenere loro un discreto successo nel web allargandone la cerchia dei seguaci.

Contatti

https://www.facebook.com/kldestinyofficial/

https://www.youtube.com/channel/UCPXuh13tWyfjTx3t_2gJ-zg

https://www.instagram.com/klandestiny_official/

Press Media Office

antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

DREAM ROCK EVENT 2017: Il Salento si Tinge di ROCK !

Mai come quest’anno ( i risultati di Vasco parlano chiaro) la frase “Il Rock è Morto” è inadatta. Nonostante la Tv ed i media continuino sulla loro strategia commerciale a “nasconderlo” i fatti, i numeri, parlano chiaro: i “fenomeni TV” non fanno odiens ai concerti, mentre Vasco, Litfiba, Aerosmith, Eddi Vedder etc… riempiono le piazze ed emozionano le folle: la musica rock in tutte le sue contaminazioni è viva e sta benissimo !

A Dimostrarlo la rinascita in terra italiana di numerosi festival per anni sopiti, proprio dedicati alla parte più Rock/Metal della musica.
Uno di questi torna quest’anno in veste completamente rinnovata e ancora più energetico : il 22 luglio sarà ancora DREAM ROCK  !

dream_rock_event_2017_manifesto_associazione_era_alkatrazmanagement

L’associazione culturale Era, capitanata dal Patron Realino Agrimi, con il patrocinio del Comune di San Pancrazio Salentino (Br) torna in piazza dopo l’edizione 2016, con un evento completamente gratuito e ancora più interessante della passata edizione che ha lo scopo di promuovere in maniera professionale alla popolazione locale e non solo, band interessanti del panorama locale accompagnate da Artisti affermati in ambito internazionale del panorama italiano rock più duro.

L’idea dell’evento vede la partnership di Alkatraz Management label management e booking della provinacia di Ferrara che, impressionata dalla forza e dall energia dei suoi curatori, nella persona del rapp.te legale Max Montanari prenderà parte come press office e supporter e curerà la realizzazione di una compilation digitale distribuita in tutti i digital store del mondo del #dreamrockevents2017.

Il Palinsesto dell’evento vede come headliner una delle band progressive italiane attualmente più conosciute nel mondo: DGM reduci dal loro world tour che ha toccato oltre all Europa, Giappone e Stati Uniti, osannate dalla critica di settore.
Ad aprire le danze, realtà locali e non che nulla hanno da invidiare a band più blasonate:

ELEGY OF MADNESS, reduci dal successo del loro album “New Era” che li ha portati in tour europeo, dalla Croazia alla Francia, con diverse date sold out.
PERSEUS, anche loro reduci dal tour iberico in supporto ai CIVIL WAR.
Assieme a loro ci saranno le band locali:
MAD HORNET band hard rock salentina graffiante e spettacolare ;
THIRTY SHOTS band giovanissima dal sapore punk rock fresco e commerciale
VALERYA band rock dalle atmosfere molto “Evanescence” che sta ottenendo molto riscontri di settore.

Segnali di Fumo ? No. Il Rock è tornato a infiammare le piazze !

Contatti:
Associazione ERA (FB) https://www.facebook.com/dreamrockevent/?ref=br_rs
Alkatraz management booking produzioni (FB) https://www.facebook.com/alkatrazmanagementbookingproduzionirock/