Esplosioni indipendenti di creatività per gli Es Nova: nasce così Micrologos

Magma sonoro che esplode incandescente dal fervore creativo delle diverse personalità artistiche che formano gli Es Nova e che si scioglie poi tra gli impulsi dei reciproci strumenti, in un dialogo teoricamente infinito di parole fatte note e restituite al mondo come suoni eterei ma ancora incandescenti.

Torna così il combo degli Es Nova, a brevissima distanza da “(H)Imperfection”, il primo videoclip realizzato registrando dal vivo una performance della band. E tornano ancora una volta in maniera originale ed inaspettata, presentandosi al pubblico con un nuovo concept nato “per caso”, durante una session di prove in studio, e registrato con un iPhone, semplicemente per raccogliere idee e spunti, senza prevedere che di idee e di spunti sarebbe stata “tappezzata” l’intera registrazione, diventata così di diritto un intero nuovo lavoro, chiamato “Micrologos”.

Qui è possibile guardare e soprattutto ascoltare gli episodi I e III:

Micrologos I: https://www.youtube.com/watch?v=1SrkfEFEkQI&t=639s

Micrologos III: https://www.youtube.com/watch?v=ITKjwySbbf4

EsNovaMicrologosBanner(aRtLoVeRs)EsNova1web(aRtLoVeRs)

*

Link utili:

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova

A TU X TU CON… ES NOVA

Gli Es Nova nascono nel 2016 con l’idea di sperimentare, più precisamente di fondere più mondi artistici insieme (musicale, pittorico, filosofico, psicoanalitico ecc…).

Da qui nasce il loro primo disco, “Hyperestasy”.

 

  • IL PROGETTO CHE PROPONETE È DECISAMENTE INSOLITO E INNOVATIVO PER I NOSTRI TEMPI, DA DOVE NASCE?

Ci sono senz’altro riferimenti nelle avanguardie dello scorso secolo che fanno da cornice al nostro modo di intendere la musica. Non ultimo Fluxus e la cosiddetta Free Improvvisation o Free Music. Nasce comunque dalla voglia di sperimentare l’altro lato del musicale inteso in senso commerciale, vale a dire, non il lato del prodotto ma del processo.

 

  • A QUALE TARGET DI PUBBLICO FATE PRINCIPALMENTE RIFERIMENTO?

Ad un pubblico amante dell’ascolto, che di certo preferisce sperimentare un’atmosfera immersa piuttosto che un momento di divertimento. Ai nostri concerti ci sono persone di ogni età, sia esperti di musica che attori, e pittori, così come amanti dell’ascolto e del suono.

 

  • QUALI SONO LE VOSTRE INFLUENZE?

In senso musicale, senz’altro il blues, il synth pop anni ‘80 la psichedelia, Davis, le ricerche elettroacustiche e non ultime le teorie e i riferimenti legati alla musica improvvisata.

 

  • PARLATECI UN PO’ DI HYPERESTASY: COM’È NATO E COSA VI ASPETTATE CHE GLI ASCOLTATORI POSSANO COGLIERE AL SUO ASCOLTO?

Spereremmo possano cogliere loro stessi, che attraverso l’ascolto possano sperimentarsi diversamente e da tanti punti di vista, nella convinzione che siamo uno e molti, e che questo abbia un senso particolare proprio quando si produce o si ascolta musica.

 

  • AL GRUPPO DEI MUSICISTI AVETE AGGIUNTO IN MANIERA STABILE ANCHE UNA VISUAL ARTIST PER I VOSTRI LIVE: COME SONO STRUTTURATI QUESTI SPETTACOLI E DOVE POSSIAMO VEDERVI PROSSIMAMENTE?

Ogni spettacolo o serie di spettacoli ha un tema che ha fa da cornice alle nostre performance. Temi tratti dall’immaginario collettivo, come il viaggio per mare, Il caos, il timore e l’estasi… Altre volte, come nel caso di una performance all’interno di una galleria d’arte legata al neosimbolismo, abbiamo lavorato sul sonoro di Televion di Lacan, dialogando con i suoni e i piani scultorei di Loretta Militano. Altre volte ancora il pubblico è protagonista, portando in scena sogni e suggestioni oniriche che poi noi sonorizziamo e traduciamo in un altro linguaggio.

Porteremo in scena da maggio, insieme all’attore e regista Pietro Conversano, una serie di performance dedicate all’Inferno di Dante, recitate sullo sfondo di sonorizzazioni estemporanee. I prossimi appuntamenti saranno segnalati sul sito e sui vari social.

ES NOVA – (H)IMPERFECTION

Si è molto parlato della fusione di elementi artistici del progetto degli Es Nova, che propongono musica estemporanea, influenzata da sonorità blues ed elettroniche, dalle pitture sonore di Stockhausen, dal surrealismo, dalla psicoanalisi e dall’idea di dialogo sonoro pensata da Mauro Scardovelli, ma inscindibilmente legata anche alla pittura e al coinvolgimento diretto del pubblico, con continui giochi di reciproca ispirazione che si realizza in performance uniche e innovative.

“Le performance – spiega la presentazione – sono realizzate a partire dal tema, “Timore ed Estasi”, che ispira il lavoro dal vivo del gruppo. Il tema apre al dialogo fra le forme d’arte protagoniste nei concerti, accogliendo idee e i rimandi creativi offerti dal pubblico, anch’egli attore e protagonista durante i concerti.

Opere aperte quelle che gli Es Nova propongono dal vivo, vicine all’aforisma realizzato di getto, al bozzetto incompiuto e alla scommessa creativa che si apre sulla scena del momento presente, mai ripetibile. La Musica non è la sola protagonista; entra infatti in dialogo con la Pittura, pensata anch’essa come gesto improvvisato, che si compie e si sviluppa attraverso le suggestioni che la musica evoca in quel momento, in un continuo incontro di intuizioni e dialoghi silenziosi fra il visivo-pittorico e il musicale”.

Da oggi è finalmente disponibile un video suggestivo che dà corpo al suono di una di queste esibizioni (registrata in occasione del live presso la Sala del Castello di Verucchio (RN) il 21 Agosto 2016, in diretta e senza editing) su immagini mentali, psichedeliche, liquide e in continuo movimento, in continua evoluzione come le suggestioni che si alternano tra i vari strumenti.

Il video è stato realizzato dal videomaker Andrea Parolo. Gli Es Nova sono Erica Agostini (voce), Nicola Rosti (chitarre, synth, effetti), Alice Drudi (piano, organo, piano elettrico), Loretta Militano (visual art). Il fonico di sala della serata è stato Andrea “Duna” Scardovi.

Guardate qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=UZjmowZ7I5E&feature=youtu.be

Sito ufficiale:

http://www.esnova.it

Facebook official page:

https://www.facebook.com/musicartvisualesnova