HEP ALIEN CLUB | FERNANDO ALBA: FOGLIE GIALLE

Fernando Alba: “Foglie gialle” è il nuovo video-single dal secondo album in uscita a marzo 2018.

Dopo l’assaggio Spotify di metà novembre con “La canzone della buonanotte”, il raffinato e graffiante cantautore/compositore siciliano presenta il primo video-single dal nuovo album “Nello stesso acido”, atteso per marzo. Un brano pop rock che funge da fotografia autunnale, una riflessione, che grazie alle atmosfere e ai colori della suggestiva stagione, riporta alla mente e al cuore alcuni fotogrammi di un tempo passato, rievocandone le stesse emozioni.

Genere: pop / rock

Label: Maqueta Records

Release Date: 04.12.2017

https://youtu.be/N1YI9yIG68A

Il 4 dicembre esce ufficialmente il secondo singolo di Fernando Alba dal titolo Foglie Gialle, la canzone originale che ha dato vita alla versione inglese Golden Leaves e a quella spagnola Hojas Amarillas, cantate rispettivamente da Noemi Smorra & Lena Katina delle t.A.T.u. e da Stephania Sanquiz, entrate nelle classifiche di molti paesi, ottenendo diversi riconoscimenti internazionali.

È il primo videoclip da Nello Stesso Acido, nuovo progetto discografico (atteso per marzo) del cantautore e compositore di colonne sonore siciliano, cresciuto artisticamente a Roma.

In stile urban dal sapore cinematografico, il video è stato girato a Roma in un pomeriggio di pioggia, quando le luci si accendono ed illuminano l’autunno attorno i due protagonisti: Fernando Alba e l’attrice Elisabetta Rocchetti. Il loro incontro avviene ad un semaforo, nell’attesa di attraversare un incrocio: i due si rifugiano sotto lo stesso ombrello che li accompagnerà in una passeggiata notturna nella Roma che vive e che sogna, bagnata dalla pioggia autunnale che rende tutto più magico.

Fanpage https://www.facebook.com/fernandoalbafanpage/

Foglie gialle è una fotografia autunnale, una riflessione, che grazie alle atmosfere e ai colori della suggestiva stagione, riporta alla mente e al cuore alcuni fotogrammi di un tempo passato rievocandone le stesse emozioni. In una cornice cittadina, fra la pioggia lenta, le foglie a terra, le luci delle vetrine e dei semafori, Foglie gialle racconta il ricordo che diventa vivo nei nostri pensieri, dando la sensazione di potersi rivolgere alla persona protagonista del ricordo, come se la si avesse accanto in quel momento. Una confessione dello stato d’animo con cui si vive, non si riesce più a trovare un senso alle giornate ed esse passano senza trarne piacere e godimento. Una canzone in cui è facile immedesimarsi, raccontata e cantata in italiano, vestita da un rock leggero come le foglie.

Credits

Regia e Montaggio: Fernando Alba

Fotografia: Gabriele Fratini

con: Elisabetta Rocchetti

Instagram https://www.instagram.com/fernando_alba/

Il nuovo album a marzo 2018

Nello stesso acido coinvolge oltre 100 musicisti in un progetto interamente suonato e confezionato senza l’ausilio di strumenti virtuali e campionatori. Un album folle come il precedente, ma più rock, più acido, con arrangiamenti curati, orchestrazioni molto virtuose ed una ricercata di forma metrica e melodica interessante che lo inquadra in un mondo cantautore indie rock. In questo nuovo album c’è una poetica più essenziale, che lo distingue profondamente dal resto dei cantautori del panorama. Il rock di Fernando Alba è suonato con un linguaggio attuale, moderno nella forma, innovativo nelle strutture e negli argomenti trattati. Fernando è un cantautore che racconta se stesso e la sua amata Italia in modo graffiante, elegante, distinguendosi con una poetica moderna e diretta, alternando le forme classiche testuali e melodiche ad un linguaggio ricco di novità pop, rock e indie.

Biografia

Fernando Alba, compositore e cantautore siciliano classe 1978 cresciuto artisticamente a Roma, lavora da anni nel mondo della discografia e cinematografia, ricoprendo diversi ruoli sia tecnici che artistici. Ha debuttato con l’album La chitarra nuova nel 2014 e ne ha fatto il primo videomusic film girato in Italia, realizzato in pellicola 16mm, con gli attori Francesca Valtorta e Giovanni Scifoni. Dall’album sono stati estratti altri 4 singoli correlati di videoclip e rilasciati negli anni successivi: La Bicicletta, Narciso, Favola, Sei felice. Dopo uno stop artistico nel 2016 per problemi di salute, in quest’ultimo anno torna sulla scena con un’intensa attività nell’ambito della scrittura di colonne sonore firmando anche l’ultimo film di Massimo Cappelli dal titolo Prima di Lunedì e nella produzione artistica e discografica.

In questo fine 2017 vengono rilasciati, solo per Spotify, il primo singolo dal titolo La canzone della buonanotte e successivamente Foglie gialle, la versione italiana della sua famosa Golden Leaves, brano cantato da Noemi Smorra e Lena Katina delle t.A.T.u. che ha fatto il giro del mondo e nei primi posti nella classifica russa per più di sei mesi. Il brano Foglie gialle è corredato da un videoclip, girato in una Roma autunnale in un pomeriggio di pioggia. La protagonista è l’attrice Elisabetta Rocchetti, personaggio di primo ordine del cinema italiano, protagonista in diversi film di grande successo.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

Advertisements

HEP ALIEN CLUB: LE FRAGOLE – MAREMOSSO

Esce maremosso, il nuovo album de LeFragole.

Energia e raffinatezza pop cantautorali a profusione per il duo bolognese formato da Marco Tascone e Carlo Alberto Montori, che canta le folle in rivolta nelle strade, le inquietudini dentro ciascuno di noi, i tormenti che segnano i legami di amicizia e di amore, i piccoli e grandi cambiamenti che incontriamo nella nostra vita.

Genere: indie/pop/rock

Label: Autoproduzione

Release Date: 27.11.2017

Streaming https://soundcloud.com/lefragole/sets/lefragole-maremosso

Esce maremosso il nuovo album de LeFragole, band pop rock bolognese che propone brani frizzanti e introspettivi, con richiami ai Beatles, Lucio Battisti e Rino Gaetano.

Durante la lavorazione dell’album, tra testi da aggiustare, arrangiamenti da completare e tracce da registrare in studio, sopraffatto da tutte le cose che c’erano da fare Marco ha sbottato con – Uff, in queste settimane sono un maremosso!-”

Un’espressione che alla band è sembrata stupenda e che ha quindi deciso di catturare e farla propria. Il duo emiliano si è reso improvvisamente conto che le onde del mare in burrasca sono un’immagine che descrive alla perfezione il continuo movimento e l’agitazione che caratterizza molti brani dell’album: le folle in rivolta nelle strade, le inquietudini dentro ognuno di noi, i tormenti che segnano i legami di amicizia e di amore, i piccoli e grandi cambiamenti che incontriamo nella nostra vita.

È un moto perpetuo che non ci deve spaventare perché è naturale, nell’ordine delle cose, proprio come le onde del mare; quando sono più grandi significa che è in corso una trasformazione, sta cambiando qualcosa, stiamo vivendo.

E quindi il titolo perfetto era maremosso, scritto tutto attaccato, un neologismo adatto per descrivere questa sensazione, questo sentimento che tutti incontrano nel corso della propria esistenza.

L’uscita dell’album è accompagnata dal video-single Radio Alice, che racconta la storia della stazione radiofonica bolognese le cui trasmissioni sono state interrotte da un’irruzione delle forze delle ordine durante le sommosse popolari del 1977: “Un brano nato per il nostro spettacolo “Bologna FM” incentrato sulla città di Bologna, che ricrea l’atmosfera di una piccola radio indipendente. È stata l’occasione per avvicinarci a un’emittente radiofonica degli anni ’60, la fine di un esperimento di comunicazione indipendente che ha segnato molte persone.

Radio Alice https://youtu.be/AJ023HihT7U

Radio Alice è stata un’emittente radiofonica bolognese.” – continua la band – “Un’originale esperimento di comunicazione. Non aveva un palinsesto fisso, usava la diretta telefonica coi suoi ascoltatori senza alcuna censura e trasmetteva qualunque cosa: brandelli di libri, comunicazioni sindacali, poesie, lezioni di yoga, analisi politiche, dichiarazioni d’amore, commenti ai fatti del giorno, ricette, favole della buonanotte, liste della spesa, accompagnata dalla musica dei Jefferson Airplane, degli Area o di Ludwig Van Beethoven. Il 12 marzo 1977 la polizia fece irruzione nella soffitta di Via del Pratello 41 distruggendo tutte le attrezzature di trasmissione, accusando Radio Alice di avere fomentato scontri in strada, ma gli speaker si erano limitati a darne notizia. Le piccole radio locali e le radio locali sono state un elemento fondamentale per la formazione musicale e culturale del nostro Paese. Con questo brano vogliamo celebrarne una per celebrarle tutte, cercando di portare all’attenzione di tutti l’importanza che hanno avuto, attraverso l’utilizzo dell’hashtag #jesuisradioalice”

maremosso è disponibile su tutte le piattaforme digitali, e in vendita in formato fisico sul sito ufficiale della band www.lefragole.net

Tour 2017 (in continuo aggiornamento)

24/4/17 @ Macondo, Bologna

26/04/17 “Bologna FMshow @ Macondo, Bologna

06/05/17 @ Lagaro (BO)

27/05/17 “Bologna FMpreview @ S.M.Assunta – BO

9/5/17 @ Macondo, Bologna

31/05/17 “Bologna FMshow @ Conta (BO)

25/6/17 @ Cavaticcio, Bologna

5/9/17 “Bologna FMshow @ Cavaticcio, Bologna

1/10/17 @ MEI, Faenza (RA)

13/10/17 @ Eurochocolate, Perugia

17/11/17 @ Eurobar, Villa d’Agri (PZ)

18/11/17 @ Shopville Gran Reno (BO)

Fanpage https://www.facebook.com/lefragole/

Tracklist

1. Maremosso

2. Radio Alice

3. Il capolavoro

4. La canzone del sorriso

5. Maledetta l’amicizia

6. 2 agosto ’80

7. La mia via

8. La favola degli orchi

9. Voce profumata

10. Destino

11. Sulle relazioni

12. Sono un fiore

13. Non lasciarmi mai

14. Una vita a part-time

15. Baciabbraccio

16. Do

17. Schizzovia

18. Quasi suicidio sulle scogliere di Moher

19. Il cuore non ha sempre ragione

Dicono di loro

LeFragole propongono un cantautorato giocoso e poppeggiante, tra Belle & Sebastian e i Beatles, più ludici.” (Il Mucchio Selvaggio) http://bit.ly/2zGT99r

Suoni e parole vintage che assorbono la lezione di Lucio Dalla, di Umberto Balsamo e la verve dadaista di Rino Gaetano” (Indie-Eye) http://bit.ly/2AevLgz

Energia frizzante, raffinatezze melodiche e testi originali. La loro è musica senza confini nel nome della più totale libertà espressività.” (Free Art & News) http://bit.ly/2n6l0dd

LeFragole sono una realtà da seguire, scrutare, analizzare senza mai prendere troppo sul serio la nostra introspezione psicanalitica” (Musical News)

La loro capacità è quella di non perdersi in luoghi comuni o storie già sentite mille volte ma scandagliare con originalità un tema universale come l’amore.” (MusicPlus – Progetto Sonda) http://bit.ly/2zrCX7N

Biografia

LeFragole sono un duo musicale di cantastorie che mescola il cantautorato pop-rock a una messa in scena teatrale che contestualizza ogni brano e coinvolge il più possibile il pubblico nello spettacolo. Nei 10 anni di carriera la band ha pubblicato “La piccola enciclopedia del bosco” vol. 1-2-3 e “Gli amanti”, album che hanno ottenuto riconoscimenti da pubblico e critica, tra i quali “Album più originale dell’anno 2008” da Radio Popolare Network e il 1° posto nella Indie Music Chart nel 2016. Alcuni brani de LeFragole sono stati inseriti nelle compilation “Pistoia Blues Festival 2015” e “Una canzone per Genova”; inoltre si esibiscono alla finale del Premio De André 2008 mentre nel 2013 vincono il premio “Una canzone per Bologna”. I loro brani ed eventi live hanno stretto un forte legame col tessuto sociale del capoluogo emiliano, portandoli anche a suonare in uno speciale concerto nella sala d’attesa della stazione di Bologna, in collaborazione con l’Associazione Familiari delle Vittime 2 agosto 1980. Il profondo amore per la loro città li ha portati anche a sviluppare lo spettacolo di teatro-canzone “Bologna FM”, che attraverso brani inediti e aneddoti narrati racconta la sua storia e le curiosità che la rendono così magica.

Contatti

antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

HEP ALIEN CLUB: DIANIME – LA PARTE PEGGIORE

 

Nuovo video-singolo per la band abruzzese per quattro quinti al femminile che si sta facendo sempre più spazio nella scena musicale indipendente. Un brano scuro che mescola rock, pop ed elettronica e anticipa il nuovo album previsto nel 2018.

Genere: pop rock / elettronica

Label: Autoproduzione

Release Date: 16.10.2017

VIDEO UFFICIALE

https://youtu.be/ksqdvRnPH1g

Il 16 ottobre esce La Parte Peggiore, il nuovo singolo dei Dianime, band per quattro quinti al femminile che si sta facendo spazio nella scena musicale emergente. Il brano, che mescola rock, pop ed elettronica, è accompagnato da un videoclip musicale diretto dal regista Josh Heisenberg e anticipa l’uscita del disco prevista per il 2018.

La Parte Peggiore è una fuga da tutto ciò che viene imposto dall’ambiente circostante, la zona d’ombra che rifiuta le convenzioni, che rinnega tutto ciò che è prescritto e ordinato, abbracciando l’autenticità dell’essere. È dissociarsi da schemi prestabiliti, tappe da raggiungere e ruoli da recitare per prendere coscienza di se stessi.

La Parte Peggiore è la più rumorosa di tutti noi, quella che ci rende soli, ma invincibili. Nessuna paura, nessuna resa: solo ciò che siamo.

Line Up

Beatrice Chiara Funari (voce)

Stefania Ferrante (chitarra)

Cristina Talanca (basso)

Fiorenza Panaccio (tastiere e synth)

Filippo Mancini (batteria)

DICONO DI LORO:

– Menzionati nell’articolo “Le cantanti donne della musica indie italiana” Tutti giù parterre, 13/09/2017. (Link: bit.ly/cantanti_donne_indie)

– “Energia allo Stato Puro. Contemplazione Elettro-Rock unica nel suo genere, entusiasmante nella musica, nei testi e nel messaggio. Una nuova onda contemporanea che di sicuro arriverà lontano.”

Dopolavoro Musicale, Agosto 2017. (Link: bit.ly/DIANIME_DopolavoroMusicale)

– “Queste cinque forze della natura quando salgono sul palco sono un’anima sola” Ass. PRIMOMAGGIO Macerata, 30/04/2017 (Link: bit.ly/PRIMOMAGGIOMacerata)

– “Violami” è una canzone pungente, che penetra nell’animo dell’ascoltatore come un dolcissimo veleno. La loro musica e la loro energia conquisteranno i cuori di persone provenienti da tutta Italia.UltimaVoce.it, 17/05/2016 (Link: bit.ly/Ultima-Voce)
– “Il melting pot di molteplici influenze dei componenti ha creato un sound unico, che ha portato i DIANIME in festival di spessore come il Maremoto Festival, Mazzumaja e la vittoria di ben 3 contest locali. Da tenere d’occhio.”
Abruzzo Live Music, 07/12/2016 (Link: bit.ly/Dianime_AbruzzoLiveMusic)

– “Nonostante i DIANIME rappresentino un gruppo piuttosto giovane, nato da poco, nella loro evoluzione stanno diventando inarrestabili interpreti in numerose manifestazioni musicali. Il gruppo, infatti, in breve tempo è riuscito a raggiungere una serie di traguardi, grazie anche all’esperienza live maturata sui palchi in giro per l’Italia.

Sicuramente nel panorama musicale italiano sentiremo parlare di questa band che continua evolversi, miscelando l’originalità dei testi con un sound rock raffinato ma allo stesso tempo incisivo.” IlMartino.it, 04/12/2015 (Link: bit.ly/Dianime_IlMartino)

– “L’Ep intitolato “Rivoluzione dell’anima” è un album ricco, pieno e succoso di sonorità che racchiudono vari generi sempre su base rock, i testi una sorta di viaggio interiore, scavato e sentito.”The Ship Magazine, 2015 (Link: bit.ly/the_ship_magazine)

Biografia
I DIANIME nascono nel 2014 da un’idea della chitarrista Stefania Ferrante. La band un EP all’attivo dal titolo “Rivoluzione dell’anima“, pubblicato nel 2015. Le sonorità delle sei tracce del disco spaziano dal rock all’elettronica, complici le molteplici influenze musicali dei componenti.

Dopo aver mosso i primi passi nel circuito musicale abruzzese, il gruppo colleziona la vittoria di 3 contest musicali locali (On The Rock Contest 2014, Pinetnie Moderne Music Contest 2014 e Summer Voice 2015), la partecipazione allo storico evento Rockascalegna 2014 e una serie di date tra Abruzzo, Lazio, Puglia e Marche (storico live: http://dianime.tumblr.com/live).

Hanno diviso il palco con artisti di calibro nazionale (Diaframma, Umberto Maria Giardini, Ex-Otago, Giuliano Palma, Margherita Vicario, Blastema, Sick Tamburo, Bugo, La Menade, Management del dolore post-operatorio) e internazionale (Alcest, Clan of Xymox).

Nel corso del 2016 sono stati inseriti in manifestazioni di spessore, come il Maremoto Festival, nella stessa edizione di Lacuna Coil e Sud Sound System; il festival “Mazzumaja”, i cui protagonisti sono stati nomi di spicco del panorama musicale indipendente (Il Teatro degli Orrori, Giorgio Canali), “L’arte non è acqua” con i Marlene Kuntz e la Notte dei desideri di Ascoli Piceno, che ha registrato oltre ventimila presenze.

Nel 2017 sono stati selezionati per le finali regionali del prestigioso festival
Arezzo Wave. Attualmente sono a lavoro sul nuovo disco la cui pubblicazione è prevista per il 2018.

Contatti

dianime.laband@gmail.com

Press Media Office
antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

HEP ALIEN CLUB: ANDREA BRUNINI – L’ISOLA DEI GIOCATTOLI DIFETTOSI

Andrea Brunini – L’isola dei giocattoli difettosi

Non solo folk rock: “L’isola dei giocattoli difettosi”, secondo album del giovane cantautore toscano, è infatti un viaggio, una storia, un amore, una notte, raccontata con diversi stili musicali.

Genere: cantautorato, folk rock

Label: Autoproduzione

Distribuzione: CDBaby

Release Date: 09/10/2017

QUI il disco in streaming

QUI il disco in download

QUI il video-single

QUI il singolo in download

Esce L’isola dei giocattoli difettosi, il nuovo disco del cantautore Andrea Brunini. Disponibile su iTunes e tutti i principali store digitali, il lavoro segue Vietato calpestare i sogni, pubblicato nel dicembre 2015.

Stavolta non c’è un filone musicale ben definito e il cantautore, dando come sempre la massima importanza alle parole, attraversa molti stili portando l’attenzione alla storia che lega il tutto quasi fosse un telefilm a puntate.

Nel disco il folksinger toscano inserisce volutamente alcuni richiami a libri o pellicole, come per esempio Alice nel Paese delle meraviglie nel brano Follia, oppure The perks of being a wallflower nella titletrack L’isola dei giocattoli difettosi.

Streaming https://soundcloud.com/andreabruninicantautore/sets/lisola-dei-giocattoli-difettosi-andrea-brunini/

Le canzoni di questo album sono state scritte tra luglio e agosto 2016, prevalentemente in viaggio o in quel posto speciale dove mi ritrovo a spendere le notti scrivendo. La particolare varietà di musiche che ho voluto inserire rispecchia molto i miei stili che, non essendo ben definiti, mi permettono di focalizzare l’attenzione sulle parole, le emozioni e questa storia, vero filo conduttore di tutti i brani”.

Il disco è accompagnato dall’uscita del nuovo video-single Fuori posto, da venerdì 13 ottobre in rotazione radiofonica e disponibile in tutti i digital store:Una canzone già dal nome particolare.” – afferma il cantautore – “Abbiamo deciso di girare il video, realizzato nel teatro comunale di Borgo a Mozzano, assieme ad una schiera di attori, artisti e amici con cui abbiamo voluto rappresentare una cena di gala dove tutti i commensali sorseggiano vino e ascoltano la band suonare. Durante la cena però un evento scatenerà il caos e il tutto prenderà una piega strana e divertente.”

Fuori posto – https://youtu.be/99P76LrfT8A

Tracklist

1. Fuori Posto

2. Un caffè?

3. Giulia

4. Follia

5. Gettami via

6. Cercami sarò li

7. L’isola dei giocattoli difettosi

8. Ribelle

9. Mi canterai una canzone

10. Notte

GreenEnergyTour (in costante aggiornamento)

12.07.17 @ Festival Borgo a Mozzano (LU)

29.07.17 @ Street Music Festival, Vigo di Fassa (TN)

14.08.17 @ Apertura a Kee Marcello (Europe), Avasinis (UD)

15.08.17 @ Apertura a Kee Marcello (Europe), Valden (Austria)

18.08.17 @ Apertura Thegiornalisti – Parco Gondar, Gallipoli (LE)

01.09.17 @ Teatro Verzura Estivo, Borgo a Mozzano (LU)

07.09.17 @ Apertura Tour italiano Jiro Okabe, Pitagora Music Event, Verona

13.10.17 @ Satomato Live, Pistoia

14.10.17 @ Splatter bar, Castenuovo (VR)

22.10.17 Coop FI, Montecatini (PT)

5.11.17 @ Coop FI, Prato

20.12.17 @ Piroka pub, Toscolano Maderno (BS)

Bio Borgo a Mozzano (LU), classe 1989, Andrea Brunini è un geometra, cantautore e neo-laureando in ingegneria. Si ispira molto allo stile classico del folk rock, ma troverete in lui molte influenze musicali dal funky, pop passando per il rap. Ha iniziato il suo percorso da cantautore quando aveva 13 anni e da lì non ha mai smesso di scrivere. Per lui una canzone può essere paragonata a un’opera d’arte, immortale nel tempo: è estro, sentimento, emozioni. Per lui la musica è vita. È per questo che le sue canzoni spaziano tra realtà e fantasia, tra storia e attualità, tra passato e futuro.

Nel 2015 decide di realizzare il suo primo album “Vietato calpestare i sogni” con l’etichetta discografica Madamadoré di Montecatini Terme.

Il 2016 lo vede protagonista di un tour nei locali e piazze d’Europa presentando una versione unplugged dell’album “Vietato calpestare i sogni” (https://youtu.be/XbR1BrnOYQA)

Nel febbraio 2017 partecipa al concorso “Sanremo new talent” trovando un posto tra i finalisti. Partecipa inoltre al concerto “Aspettando il primo maggio” organizzato dal comune di Capannori il 30 aprile dello stesso anno.

Il 20 giugno esce con il video del singolo “Giulia”, brano di anticipazione del nuovo album “L’isola dei giocattoli difettosi”, mentre ad agosto viene scelto come gruppo spalla di Kee Marcello, celebre chitarrista della band svedese Europe nell’ambito del tour europeo passato da Italia e Austria (https://youtu.be/qDFFEOWI1bE)

Il 18 Agosto 2017 con la sua band “Giocattoli difettosi” apre il concerto ai Thegiornalisti al Parco Gondar di Gallipoli (LE) (https://youtu.be/gCG9TeYA1rs). Il 7 settembre, a Verona, è la volta di una nuova, prestigiosa apertura, quella a Jiro Okabe.

Contatti

www.andreabrunini.com

https://www.facebook.com/andrea.bruniniOfficialpage/

Press Media Office

antipop.project@gmail.com

https://www.facebook.com/BlobAgency/

Frank Lavorino 339 6038451

HEP ALIEN CLUB: FOUR TRAMPS – INDIFFERENTE

“Non annegare nel buio dell’esistenza globale”

Genere: rock/blues/indie/punk

Label: TRB rec

https://www.youtube.com/watch?v=rmvQLZu3Dlo

Il primo singolo dei Four Tramps estratto dal nuovo album PURA VIDA è un grido di rabbia e dolore verso la società moderna, sempre più volta all’individualismo e sempre meno aperta alla comunità, dove la ricerca del successo e dell’affermazione mettono in secondo piano i valori e spesso anche l’umanità e dove sempre più persone sentono un profondo senso di alienazione e smarrimento.

Il sound del brano è molto deciso, gli accenni blues dati dalle slide guitars sfociano in un brano dalla forte caratterizzazione indie/punk. Il cantato è diretto, forte, e si rivolge a tutti quelli che sentono che nel mondo qualcosa stia andando in un modo completamente sbagliato.

Per il videoclip la band si è affidata alla sapiente mano di Daniele Arcuri (danielearcuri.com), illustratore, pittore e videomaker molto attivo nella realtà reggiana, che ha saputo ricreare le atmosfere del brano con personaggi fortemente caratterizzati inseriti in quelli che potrebbero essere episodi di tutti i giorni, ma che in realtà non sono altro che l’evidenza di una graduale perdita di umanità.

PURA VIDA https://open.spotify.com/album/6dazseiW3CJjp8ThzmlDbB

Past Shows

2017

16.9 – Wartstall Festival – Guastalla (RE)

16.7 – Positive River Festival – Campovolo (RE)

9.7 – Weller Festival For Equality 2017 – Rubiera (RE)

1.7 – Rollin & Tumblin Beer and Blues Fest – c/o i Vizi Del Pellicano – Correggio (RE)

25.6 – Festa Democratica – San Martino in Rio (RE)

13.5 – Piazza Martiri – Reggio Emilia (Live for Emergency)

28.4 – Pura Vida Social Club (Teatro dei Tamburi) – San Bernardino di Novellara (RE)

7.4 – Hiroshima Mon Amour (TO) w/ Modena City Ramblers

1.4 – PURA VIDA RELEASE PARTY! – Harris Pub – Scandiano (RE)

23.3 – Riff Club – Prato (PO)

4.3- L’Ostrica Ubriaca – Scandiano (RE)

15.2 – Bastian Contrario – Parma

8.2 – Blu J – Reggio Emilia (RE)

28.1 – Marasma 51 – Codisotto di Luzzara (RE)

14.1 – Nuova Officina della Birra – San Polo d’Enza (RE)

Biografia

Il progetto Four Tramps nasce nel 2011 a Reggio Emilia, avendo nel proprio bagaglio diverse anime che attingono dal classic rock americano, dall’esplosivo rock inglese anni ‘60-’70, e dall’onda d’urto “self-made” sfacciata del punk. La band si pone interrogativi sul mondo e l’attualità con la solida anima blues malinconica e sognante e al contempo irriverente. La formazione ha connotati classici a due chitarre, basso e batteria, con l’aggiunta talvolta di un’armonica.

Nel 2014 esce il loro primo album “Tramps & Thieves”. Dopo numerosi concerti in Italia e alcune esperienze all’estero, la band torna nel 2017 con un nuovo album, accompagnato da un lungo tour che non accenna a fermarsi, dal titolo “PURA VIDA” per l’etichetta TRB rec.

Contatti

https://fourtramps.com/

https://www.facebook.com/FourTramps

https://www.instagram.com/fourtramps/

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

HEP ALIEN: STATALE 107BIS – “MURI MUTI”

All’esordio discografico in studio, la band calabrese affronta le barriere a ritmo di ska, le scala a tempo di folk, le sovrasta con la forza del rock e le sorpassa con l’hard-swing, rilanciando orgogliosamente l’amore per la diversità e la mescolanza dei generi.

Genere: rock/folk/hard-swing/ska

Label: Autoproduzione

Distribuzione: La Cupula

Spotify http://spoti.fi/2l3xgZ3

Il 2016 è stato l’anno del ritorno dei muri in tutto il mondo e la nostra Unione Europea, che sull’abbattimento delle frontiere ha fondato la propria ragione d’esistere, non fa eccezione. Mentre i proclami la vogliono senza confini né pareti, i muri e le barriere continuano a crescere creando divisioni e stabilendo un dentro e un fuori, alla faccia dell’Unione somigliamo sempre più ad una setta. Negli ultimi 70 anni i muri sono passati da 5 a 65. Muri fisici e reali ma anche barriere mentali e culturali.

Il 2017 è invece l’anno di uscita di “Muri Muti”, il nuovo album della Statale107Bis, che le barriere decide di affrontarle a ritmo di ska, scalarle a tempo di folk, sovrastarle con la forza del rock e sorpassarle con l’hard-swing, rilanciando orgogliosamente l’amore per la diversità e la mescolanza dei generi.

La band calabrese è all’esordio ufficiale dopo un primo disco live del 2009. Pur mantenendo un contatto strettissimo con le sonorità, l’energia e gli scenari della loro amata terra, trovano vita propria e linfa vitale nella continua sperimentazione che contraddistingue le loro produzioni. Caratteristica che impedisce la costrizione delle loro creazioni in angusti recinti di genere.

New single “La Scimmia”

Video https://www.youtube.com/watch?v=CGQ02821088&t=93s

Download https://soundcloud.com/statale107bis/la-scimmia

Finito di ascoltarne il testo, ancora una volta come era stato per il primo singolo “Muri Muti, con “La Scimmia” ci troveremo sul confine, quello labile tra follia e normalità, ma tranquilli: ancora abbiamo 30 secondi buoni di strumentale per scegliere da che parte stare.

In casa Statale107Bis la contaminazione non è una novità, il gruppo ha nel suo genoma l’approccio collettivo e laboratoriale, a testimoniarlo la pagina di retrocopertina del disco: 14 tra musicisti e cantanti hanno partecipato a vario titolo alla realizzazione delle riprese. Il disco si fregia inoltre di una collaborazione internazionale con l’artista, cantante, musicista tunisino Bader Dridi che ha accompagnato l’ensemble nella realizzazione della decima traccia “Questo Deserto“.

Per il gruppo la consapevolezza della necessità della diversità è il migliore antidoto alla chiusura. La Statale107Bis ai nuovi muri di frontiera risponde con l’amore per la diversità, a ritmo di ska, rock, hard-swing, blues, prog, contaminando e mescolando diversi generi con tanta energia positiva e tanta ironia!

Line-up

Alessandro Facente (tromba e voce)

Gustavo Tigano (sax tenore e voce)

Salvatore Locanto (basso e voce)

Giuseppe Tavernese (sax contralto e soprano)

Giuseppe Aiello (chitarra)

Rosario Bonofiglio (percussioni)

Nello Chinnì (batteria)

Tracklist

1. Randagio (bis)

2. Lui Lei e Saturno

3. Bar Betta

4. Muri Muti

5. Fumo

6. La Scimmia

7. Pena d’amor (bis)

8. Sinfonia per cicale

9. Flashback

10. Questo Deserto feat. Bader Dridi

11. Morra

12. Ratto Recidivo

13. Il Tubo rivelatore

Storico concerti

2017

9.9 – Rossano (CS)

20.8 – Premio Manente, Crucoli (KR)

19.8 – Dal Tramonto all’Alba Festival, Rocca Imperiale (CS)

16.8 – Malibù, Cirò Marina (KR)

14.8 – Casabona (KR)

10.8 – Roccabernarda (KR)

6.8 – Villaggio Palumbo (KR)

3.8 – Morrison, Sella Marina (CZ)

2.8 – S. Severina (KR)

1.8 – S. Lorenzo Pub, Belvedere di Spinello (KR)

28.7 – Notte Rosa, Torre Melissa (KR)

9.7 – Steccato di Cutro (KR)

4.6 – Caccuri (KR)

15.4 – Mani festival, Catanzaro

1.4 – MusiCS, Cosenza

5.3 – RTI, Crotone

4.3 – Marilyn, Cirò Marina (KR)

11.2 – Album Release Party, Santa Severina (KR)

26.12 – Marilyn, Cirò Marina (KR)

iTunes http://apple.co/2pB1mmf

Bio

La Statale107Bis è, prima che un progetto culturale e musicale, un percorso, che dal suo inizio ad oggi, grazie a passione e caparbietà, ha attraversato importanti mete e superato gravose asperità. L’autodeterminazione e la coscienza dei singoli, nel loro caso, è riuscita a fare da catalizzatore alle forti emozioni suscitate, nel bene e nel male, dalla loro meravigliosa terra, emozioni che una volta tanto, da mera potenzialità, sono diventate energia creatrice. Per questi motivi si propongono, con il loro spettacolo, non solo di portare la propria musica, ma di innestare nelle strade, nelle piazze e nelle città che li ospitano, quello stesso spirito creatore che doma loro gioia infinita. Nel giro dal 2005 la band ha già una lunga carriera live: tra le varie partecipazioni a festival e contest, sono stati tra le band finaliste regionali dell’Italia Wave e nello stesso anno vincitori del premio miglior testo con il brano inedito “Pena d’Amor” al LennonFestival di Belpasso (CT). Nell’ultimo anno hanno segnato una importante tappa come finalisti del festival “Voci per la Libertà” di Amnesty International, dove oltre al caloroso riscontro del pubblico, la band ha anche vinto il premio Unicusano, riconoscimento consegnato in quella occasione dall’Università Niccolò Cusano di Roma.

Contatti

https://www.facebook.com/statale107bis/

http://statale107bis.it/

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

ANDREA BRUNINI – GIULIA

I viaggi più belli e unici si fanno nell’animo delle persone e molte volte uno dei due non riesce o non vuole più tornare: ecco il nuovo video-single del cantautore toscano, anticipazione del secondo capitolo discografico “L’isola dei giocattoli difettosi” la cui uscita è attesa dopo l’estate.

Genere: folk – pop – rock

Release date: 21.06.2017

https://youtu.be/dsLrthAm58s

Si intitola Giulia ed è il nuovo video-single del cantautore toscano Andrea Brunini.

Primo estratto dal secondo album L’isola dei giocattoli difettosi in uscita dopo il periodo estivo, il brano racconta dal punto di vista del folk singer l’irrefrenabile ossessione per questa ragazza di cui descrive hobby, atteggiamenti e quel suo bisogno di viaggiare che la contraddistingue dalle altre e la accomuna a lui stesso. A fare da tappeto sonoro, un mix di corposo rock all’italiana e sognante folk pop strutturato per mettere in risalto la parte cantata e la chitarra acustica, vera e propria anima artistica di Brunini.

Una canzone che funge da invito rivolto dal cantautore alla protagonista affinché intraprendano insieme un cammino: assicurandole avventura, sorrisi e felicità Brunini le confessa che il luogo, lo sfondo, il motivo di qualsiasi viaggio possano fare assieme non contano per lui perché “il viaggio più bello che posso fare è dentro te sperando di non tornare.

Girate nella riviera viareggina, le riprese si discostano molto dal testo della canzone, con un finale particolare ed inaspettato che lascia intatta quella magia e porta a comprendere le vere intenzioni del viaggio interiore e fantastico tanto decantato nel brano.

Durante il periodo di realizzazione non sono mancati momenti divertenti e imbarazzanti, come racconta lo stesso Brunini: “Tra i salti con il manichino sui tappeti a molle con la gente che mi credeva pazzo e poneva domande opportune anche se strane (assistevano pur sempre ad un tizio che amoreggiava pubblicamente mano nella mano con un pupazzo), le sfide ai giochi più disparate e attimi di romanticismo sul molo, direi che ce la siamo spassata alla grande..”

Credits

Regia: Red Box

Direzione della fotografia: Red Box

https://www.facebook.com/redboxviareggio/

Biografia

Nato a Borgo a Mozzano, provincia di Lucca, il 22 maggio 1989 Andrea Brunini è un cantautore, chitarrista, pianista, improvvisatore e intrattenitore che si ispira molto allo stile classico del folk rock con una profonda influenza funky.

Allegro e socievole per natura, inizia il suo percorso artistico all’età di 13 anni e da lì non smette più di scrivere. Per lui una canzone può essere paragonata a un’opera d’arte, immortale nel tempo: è estro, sentimento, emozioni. Per lui la musica è vita. È per questo che le sue canzoni spaziano tra realtà e fantasia, tra storia e attualità, tra passato e futuro. Nel 2015 decide di realizzare il suo primo album professionale presso l’etichetta Madamadorè vincendo con il singolo “Accanto al tuo cuore” il primo premio band ed il premio della critica al festival nazionale “Una rotonda nel blue” svoltosi alla Capannina Viareggio.

Nel 2016 partecipa al Festival di Sanremo d.o.c. come ospite presentando il suo album “Vietato calpestare i sogni” su Sky canale 591; oltre a questo si annovera: la finale al “Santomato Live music 2016 – 5a edizione” (diretta su Toscana TV); 3°classificato premio “Il Faro Università degli studi di Teramo” come miglior testo e musica con il brano “Vietato calpestare i sogni”; la partecipazione al Festival di Castrocaro Terme, voci nuove 2016 arrivando alla fase semifinale; quella al premio nazionale “Giancarlo Bigazzi” svoltosi a Lucca.

Nel giugno 2016 realizza il videoclip di “Accanto al tuo cuore” con la collaborazione di Tv Global Channel e del regista Donato Pelusi in località Lanciano, in Abruzzo. Sempre nel 2016 è protagonista di un tour nei pub e piazze d’Europa presentando una versione unplugged dell’album d’esordio, realizzando il video del suo nuovo singolo “Giulia” che lancia il nuovo album previsto per la seconda metà del 2017.

http://www.lanazione.it/lucca/cronaca/andrea-brunini- musicista-1.2646693

Nel febbraio di quest’anno partecipa al concorso Sanremo new talent trovando un posto tra i finalisti. Il 21 giugno esce “Giulia”, video-single d’anticipazione del secondo capitolo discografico “L’isola dei giocattoli difettosi”, la cui pubblicazione è prevista nella seconda metà dell’anno.

Contatti

http://www.andreabrunini.com/

https://www.facebook.com/andrea.bruniniOfficialpage/

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451